Progetto biblioteca

“I MIEI PRIMI INCONTRI CON I LIBRI”

Motivazione

Il progetto si propone di offrire la possibilità ai bambini e alle famiglie di avvicinarsi al mondo della letteratura per l’infanzia. Con un libro fra le mani, il bambino prima ancora di saper leggere, sperimenta la lettura come scoperta.

Educare alla lettura infatti, non è la stessa cosa che insegnare a leggere. I bambini “leggono” ancora prima di saperlo fare e danno interpretazioni personali alle immagini evocative dei libri. Infatti nei libri per l’infanzia le illustrazioni originali ed interessanti colpiscono e coinvolgono il bambino immergendolo così nel mondo letterario. L’albo illustrato, con le sue immagini e la sua componente artistica, fa sì che i piccoli lettori inizino a raffinare il gusto ed il senso estetico.

L’esperienza di lettura va avviata fin dall’inizio della scuola dell’infanzia e va condivisa dal contesto familiare perché il piacere di leggere nasce se gli adulti di riferimento favoriscono l’incontro precoce con ogni tipo di libro.

Attraverso la lettura di albi illustrati si realizza uno spazio e un tempo fatti di parole e immagini che rispondono ai bisogni dei bambini di conoscere il mondo, se stessi e conferirne significati.

Il progetto Biblioteca è stato realizzato e gestito dall’insegnante Matilde Oliboni.

 

Riferimenti epistemologici e normativi.

Secondo le Indicazioni Nazionali per il curricolo della scuola dell’Infanzia e del primo ciclo d’istruzione alla scuola spetta il compito di creare un ambiente linguistico curato e stimolante dove i bambini possono imparare ad:

  • ascoltare storie e racconti,
  • dialogare con adulti e compagni,
  • giocare con la lingua che usano,
  • scoprire il linguaggio iconico,
  • esplorare la lingua scritta, provando il piacere di comunicare.

Inoltre l’incontro e la lettura di libri illustrati incoraggiano il progressivo avvicinarsi dei bambini alla lingua scritta, motivandone un rapporto positivo.

La relazione con le storie e i libri permettono al bambino di conoscere ed esprimere agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni e conoscenze. Attraverso l’incontro con i personaggi delle storie i bambini possono arricchire il loro immaginario e la loro fantasia.

Competenze attese a lungo termine

Il bambino:

  • Si avvia al piacere di leggere e sviluppa motivazione per la lettura
  • Si abitua all’ascolto attento e profondo
  • Ascolta e comprende il senso delle narrazioni e delle storie
  • Sviluppa un atteggiamento attivo ed esplorativo
  • Arricchisce e precisa il proprio lessico e sviluppa la padronanza dell’uso della lingua
  • Consolida le competenze critico-interpretative nei confronti delle immagini e delle storie
  • Acquisisce l’habitus del lettore

Quando, dove, con chi

Una volta ogni due settimane i bambini si recano con l’insegnante di sezione nella biblioteca scolastica al primo piano dell’edificio. Il bambino ha la possibilità di scegliere liberamente un libro da portare a casa e da riportare entro il mercoledì successivo al prestito.

 

Bibliografia e sitografia

MIUR, Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’Infanzia e del primo ciclo d’istruzione, 2012

S. Blezza Picherle, Formare lettori, promuovere la lettura. Riflessioni e itinerari narrativi tra territorio e scuola, Franco Angeli, Milano 2013

www.natiperleggere.it

www.raccontareancora.org